fbpx
Carrello vuoto


logo cultural cannibals

Domenica, 29 Luglio 2018 18:12

Asante Sana - Poesia dall'Africa

Asante Sana

Osservo questo serpente color mattone

che fugge le luci dell’auto

strisciare nella foresta intorno

ancora immersa nel buio della notte.

I pensieri, stranamente, sono pochi

e questa volta arrivano titubanti,

con tanta voglia di scappare via subito,

senza quasi neanche chiedermi il permesso.

Sento due occhi nelle tenebre che ci guardano.

“Stop the car” dico a Deo, il mio autista

e prendiamo a bordo un Uomo antico,

un viandante Masai, regale, importante,

di fattezze bellissime … androgine.

Sono sicuro che è lui il mio tramite col Sacro.

Al tempo stesso stringo forte la maniglia dell’auto

per non dimenticare il mio corpo

come mi hai insegnato tu, Maestro,

sappi che non ho mai smesso di piangerti.

Ma ora ho capito che sei qui di fianco a me,

sei viandante Masai, Deo, papà, mamma, mamma,

Ale, Diana, Marcello, Jacky, Divin Colzani,

Bijoux, Scorza, Fusettis, Zouzou, Dylan, Dave,

Big Masks Guru, Pino, Frà, Stu, Enzo, José, Martine, Rossano,

Jager e foreste della Tanzania di cielo stellato,

moltitudine di me che ne fanno un Io.

Estasi, beatitudine, illuminazione… ora so dove cercarti.

Asante Sana Universo, non smetterò mai di ringraziarti.

 

Letto 704 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Perchè pubblico libri? Perchè pubblico libri?

    Perchè pubblico libri? Ecco una domanda che dovrei farmi tutti i giorni, la mattina, appena alzato e ancora con davanti lo stupore del dono di un’altra giornata da vivere.

  • Sulle intolleranze alimentari Sulle intolleranze alimentari

    Non ho alcuna intenzione di entrare nel merito di questioni scientifiche convenzionali o di tendenze moderne. Mi sembra lapalissiano che se sviluppo intolleranze alimentari devo anche vedere se c’è qualche aspetto della vita in cui sono duro e intransigente, se ci sono persone verso le quali sono intollerante, appunto.

  • La Riemergenza Morfogenetica del Sapere La Riemergenza Morfogenetica del Sapere

    Condivido anche su questo CCBlog, per i pochi italiani di intelligenza superiore a quella del pubblico oceanico che ha guardato il festival di San Remo - e che sono anche i miei cari amici - questo post, già pubblicato su Esoteric Knowledge and Occult Science per smuovere qualche sana riflessione nel covo dell'Hocus Pocus… Furbus.

  • Paola Gabrielli intervista una lettrice dell’Ombra di Omero Paola Gabrielli intervista una lettrice dell’Ombra di Omero

    Mi siedo accanto a Marzia (nome fittizio) e la osservo: noto che è un po’ agitata. Mi dice sorridendo, che non è abituata a rilasciare interviste, ma ne è felice la sua testimonianza può essere d’aiuto ad altre persone che vivono un momento di difficoltà o che, semplicemente, vogliono mettersi in gioco.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

ISCRIVITI ORA ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Rimani aggiornato su News - Iniziative - Offerte!

x