Carrello vuoto


logo cultural cannibals

Martedì, 22 Settembre 2015 10:13

Ebook. La Via delle Nuvole - Vincenzo Pane Bansō

Tempo fa, rovistando in un cassetto, ho ritrovato dei fogli ingialliti, nei quali, una trentina di anni fa, avevo cominciato a scrivere un romanzo.

Rileggere questi fogli ingialliti, mi ha molto emozionato, ho rivisto mentalmente la dinamica esistenziale che vivevo in quel periodo e mi è venuta voglia di raccontarla, filtrata dalla consapevolezza che nel frattempo avevo acquisito.

La pagina iniziale è rimasta come era nella prima stesura, poi il racconto è venuto fuori da se, senza sforzo e in pochi giorni ho scritto il libro, seduto su una vecchia poltrona di vimini che qualcuno aveva dimenticato nella spiaggia di Cefalù.

Ho scritto con lo smartphone, fra una foto di nuvole e l'altra.

All'inizio ho postato i miei scritti su una pagina di Facebook che avevo appositamente creato, alla quale avevo invitato alcuni amici che hanno visto nascere il libro e mi hanno stimolato ad andare avanti.

Inaspettatamente, il giorno in cui ho iniziato a scrivere, mi ha telefonato una cara amica che non sentivo da diversi anni e che è citata nel racconto. Mi ha detto che sentiva di dovermi chiamare e quando gli ho detto del mio progetto si è subito entusiasmata e mi ha stimolato a procedere, perché credeva fosse giusto raccontassi queste esperienze, che in parte conosceva.

Ho sentito il mio Maestro Zen, e anche da lui mi è arrivato un incoraggiamento a continuare e così in pochi giorni e nato “La Via delle Nuvole”.

Ho cercato di raccontare l'esperienza di questo giovane, un po ribelle, che si mette alla ricerca di un via di liberazione e che ha la buona sorte di incontrare il Maestro giusto.

Poi, a causa di un malattia, fa una ricerca sui sistemi di guarigione energetica che lo porta a fare l'esperienza di una miracolosa guarigione.

E alla fine, nell'attraversare questa Via di liberazione, diventa consapevole che il mondo è perfetto così com'è.

Finisco citando l'inizio del libro.

“Questa estate la Sicilia era magica.
La casa in mezzo al bosco, il latte di capra e il miele, le campane delle mucche e la loro musica.
La meditazione dinamica guidata da Nirgio, con la sua dirompente energia.
La kundalini, il salto al mare, il bagno, la corsa, la danza, il sudore, il rilassamento, la cena, le stelle la sera la luna.
Mi sono sentito rinascere.”

Quì la scheda dell'autore >>>

Letto 1054 volte

Informazioni aggiuntive

Articoli correlati (da tag)

  • Per una nuova epistemologia Per una nuova epistemologia

    Nel poema "La caccia allo Snualo" (The Hunt for the Snark), Lewis Carroll mette in scena una caccia al tesoro di tipo molto particolare: un equipaggio eterogeneo e composito si imbarca per catturare un essere misterioso e terribile del quale non è dato sapere alcunché, se non notizie frammentarie e contraddittorie.

  • Manuale di sviluppo personale, un libro da leggere da chi decide di dire Basta! Manuale di sviluppo personale, un libro da leggere da chi decide di dire Basta!

    Il mio gentile Maestro dice spesso, rivolgendosi ai suoi discepoli, che la peggior cosa che possa capitare a un giovane praticante è quella di diventare un discepolo “stagionato”,

  • Come liberarsi dallo stress e vivere in armonia Come liberarsi dallo stress e vivere in armonia

    La prima cosa è stabilire cosa sia lo stress. Nel libro “Stress senza paura” del Dr. Hans Seyle, vengono identificati due tipi di stress: eustress o stress positivo; distress o stress negativo.

  • Lo Zen dei samurai Lo Zen dei samurai

    Quello nell’immagine è Takuan Soho. Oltre che essere Maestro di zen fu anche l’insegnate di spada del famoso samurai Musashi, al quale insegnò a combattere coordinando il movimento di due spade. Sia nello zen che nella spada usò il termine "Taia" che vuole significare uno stato di suprema attenzione pluri-direzionata, ma anche assente eppure attiva.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Su questo sito usiamo i cookies. Navigando, li accetti.