Carrello vuoto
Fabrizio Piola

Fabrizio Piola

Sabato, 28 Ottobre 2017 11:08

Hineni, Eccomi

Hineni, Eccomi - Riflessioni sullo shabbat e la lettura della Scrittura, il “Lech - Lechà”

C’era una volta un Ḥassid che non era più in grado di ripagare i suoi debiti ed allora, come era costume a quel tempo, venne preso e sbattuto in prigione.

Riprendiamo il discorso che abbiamo già portato avanti nelle 5 Parti precedenti e cioè la soluzione data dalla Kabbalah Ebraica al Problema del male ed all’impertinenza di Epicuro e del suo divino Paradosso.

Gli Ḥassidim ed il Problema del Male. Gioia nel Dolore e Dolore nella Gioia. Forse nessun altro al mondo crede maggiormente e con maggior trasporto all’affermazione secondo la quale D-o è il Bene, e che è, per antonomasia, Colui che è Buono per Natura più di quanto non facciano gli Ḥassidim.

DAI PRIMI CABALISTI ALLA FINE DEL MEDIO EVO

Ed eccoci arrivati dopo aver fatto una discreta rincorsa attraverso i secoli e le culture, finalmente in media re.

Domenica, 02 Luglio 2017 12:26

I Cabalisti, il Male e il leone

E come sempre si affaccia di continuo alla Mente e nel Cuore l’eterno problema del Bene e del Male. Ma io sono un uomo fortunato.

AVVERTENZA: Siamo giunti alla parte terza del nostro viaggio di esplorazione del tema dell’ “Unde Malum”. In questa tratteremo di varie risposte che sono state date, esaminate sotto l’ottica della Kabbalah Ebraica.

Le solite risposte ed il paradosso del Giusto Sofferente: Oggi riprendiamo, dopo la prima parte pubblicata la settimana scorsa, questo viaggio in cui esploriamo insieme l’eterno problema “Che cos’è il Male, da dove viene, perché esiste”.

O Dio vuole abolire il male, e non può; oppure può, ma non vuole; oppure non può e non vuole. Se vuole, ma non può, è impotente. Se può, ma non vuole, è malvagio.

Su questo sito usiamo i cookies. Navigando, li accetti.