Italiano it
  • English en
  • Italiano it
Italiano it
  • English en
  • Italiano it
Carrello 0

CCBlog

Quel tipo di pensiero esoterico. Parte seconda

Tzur Trevi bibbia esoterico esoterismo ontologia pensiero esoterico testi sacri

Quel tipo di pensiero esoterico. Parte seconda

Nella prima parte abbiamo anche affermato (molto fra le righe) che un autentico percorso spirituale personale non percepisce alcuna reale separazione “fisica” fra essoterico ed esoterico. Si muove sempre dal primo (sempre che esista questa distinzione a livello ontologico) per entrare nel secondo (idem) servendosi per ogni livello della realtà e per ognuno degli obiettivi correnti lungo il percorso che auspicabilmente prima o poi dovrebbe portarci in vista dell’Obiettivo finale che ciascuno si è posto, di quello o quegli strumenti che sia il più adatto e potente e di quelle tecniche che più siano articolate, profonde ed adeguate. Nei testi...

Maggiori informazioni →


Quel tipo di pensiero esoterico. Parte prima

Tzur Trevi Alejandro Jodorowski cabala Cabalista cambiamento epocale editore esoterico esoter esoterismo

Quel tipo di pensiero esoterico. Parte prima

Mi trovo ormai troppo spesso a dovermi esprimere, nel senso che oggi il pensiero “esoterico” diffuso dalla maggior parte degli autori che studiano e scrivono in questo campo dai confini fluttuanti e sfocati, sia raramente degno di essere preso in considerazione da chi intenda percorrere umilmente, ma con serietà e determinazione, una Via spirituale che conduca a forme di conoscenza rispetto alle quali l'individuo, olisticamente, possa riconoscersi a fine cammino, compreso ed illuminato. Personalmente ho una profonda ammirazione di Alejandro Jodorowski come “persona esoterica” a 360°, ma proprio perché è un caso unico. I suoi bellissimi testi sono la condivisione...

Maggiori informazioni →


Just perfect

Tzur Trevi non giudicare Universo spirituale

Just perfect

Non giudicare gli altri. Centrati sui tuoi limiti. Il tuo fine non è aspirare ad essere cosa non sei, ma essere la migliore versione possibile di ciò che sei. Se segui la Via, ti apparirà ovvio che il Gabbiano Jonathan Livingstone, della vita, non aveva capito nulla, cercando di essere qualsiasi cosa tranne che ciò che era: un gabbiano. Non giudicare dunque. In ogni contesto specifico, ognuno di noi non può mostrare che un solo lato alla volta. Come puoi pensare in quel momento, "Ecco, questo è così"? Vivi con una persona e conoscila prima di giudicarla. Vivi con una...

Maggiori informazioni →


I 36 Lamedvovkin

Tzur Trevi alfabeto ebraico Kabbalah Lamedvovkin Torà Toyreh Tzadikim

I 36 Lamedvovkin

È un termine della lingua yiddish, passato tale e quale nel folklore mistico Hassidico dell'Europa Orientale. È formato come è evidente dalle parole "Lamed" e Vav" (pron. ashkenazita "vov"), le due lettere dell'alfabeto ebraico, con un finale "kin" che arriva dal russo. Nella gematria queste due lettere valgono rispettivamente 30 per la Lamed e 6 per la Vav. Scritte così sono anche il modo con cui si scrive il numero 36. Nel folklore mistico Hassidico, così come nella Toyreh (Torà) l'Altissimo si soffermò sulla sua decisione di distruggere Sodoma, in attesa che Abramo gli portasse i Giusti che egli sosteneva...

Maggiori informazioni →


Giorni contati. Ma quanto dura ancora l'Universo?

Tzur Trevi bibbia conoscenza Kabbalah Shemittah

Giorni contati. Ma quanto dura ancora l'Universo?

C'è un insieme di regole di kabbalah, basate su alcuni passaggi della Bibbia, che ci portano a stabilire con una certa sicurezza quale sarà la durata complessiva di questo Universo. Questa durata è di 17.897.446.000 anni solari, circa. Ci sarebbero sette Shemittòt, fatte ciascuna di 7.000 anni, sì, ma "divini", ed il fattore di conversione è nascosto nel Salmo 90. La scienza ufficiale parla di 18 miliardi di anni mal contati prima della totale entropia che porterà l'universo ad essere un guscio spento, freddo e vuoto. La Kabbalah è lì bella precisa come quelli della mascherpa. Attualmente viviamo nella Sesta...

Maggiori informazioni →