English
  • English
  • Español
  • Italiano
Cart 0

Riflessioni sulla Geomanzia 4. Populus

Valeria Menozzi appassionati delle carte divinatorie Arte e Tarot artidivinatorie divinazione geomanzia Tarocchi tarot tarot di marsiglia valeria menozzi

Riflessioni sulla Geomanzia 4. Populus

Populus. La figura col maggior numero di punti in assoluto - e che quindi, idealmente, contiene tutte le altre - è POPULUS, che significa popolo, gente, folla.

Come la complementare VIA è correlata all’elemento acqua, ma se la prima ricorda iconograficamente un rivolo sottile e mansueto, la seconda assomiglia piuttosto a un torrente gonfio, che travolge e porta con se tutto ciò che trova lungo il cammino e straripa dal percorso prestabilito.

Per quanto tale immagine rimandi a una certa irruenza, la figura geomantica in questione è piuttosto statica, pesante e lenta: essa enfatizza il significato delle figure limitrofe ( se sono negative diventano addirittura nefaste, se positive estremamente benigne ), ma non le dinamizza.

Populus rappresenta la moltitudine di qualsiasi cosa: tante persone, molti oggetti, troppe chiacchiere, una marea di idee e pensieri sconclusionati. Non dona pace, non chiarisce, non risolve, ma di sicuro riempie, confonde, coinvolge, circonda, avviluppa.

Tutto ciò che si riferisce a Populus non può essere individuale, soggettivo e unico, ma riguarda la molteplicità, l’oggettività e la confusione.

Sono Populus i mercati, le scolaresche, le rivolte popolari, le vacanze di massa, le feste di Capodanno, gli agoni sportivi, i concerti rock. Ma anche la mente che non trova pace, che pensa troppo, che ascolta mille campane, che si sente confusa e non sa come agire o scegliere.

Quando questa figura compare in uno scudo come prima madre, è necessario interrompere la lettura, perché indica un consultante troppo preoccupato, che non ha ben chiara la domanda da porre agli spiriti e che quindi rischia di non ricevere una risposta esaustiva.

Ho paragonato questa figura alla lama de La Luna perché:

  1. ha due file di punti che ricordano le torri dell’arcano XVIII,
  2. è legata all’elemento Acqua e al segno zodiacale del Cancro,
  3. sia la lama che la figura geomantica possono preannunciare confusione mentale, maldicenze e bugie.

Altri arcani che ricordano Populus sono il Cinque di Bastoni, che parla di competizioni, prove collettive e necessità di misurare le proprie forze con quelle altrui, e il Dieci di Bastoni, arcano  che indica carichi e sforzi eccessivi, situazioni esistenziali pesanti  caratterizzate da troppe incombenze e responsabilità.

Quando in una sola lettura Populus compare in più case, significa che il consultante ha tanti problemi da risolvere per cui consiglia al lettore di fare il punto della situazione e di individuare il nocciolo della situazione da cui tutto si dirama.



Older Post Newer Post


Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published

Post correlati

Recensione - Anima e Spada di Elisa Cappelli
Recensione - Anima e Spada di Elisa Cappelli
"Anima e Spada" è un vero e proprio magnete. Così come attira il titolo, così incanta il suo contenuto. Un libro prez...
Leggi
Shams di Tabriz - Le 40 regole dell'amore - Giorno 17
Shams di Tabriz - Le 40 regole dell'amore - Giorno 17
Proponiamo la REGOLA 17 da Shams di Tabriz - Le 40 regole dell'amore di prossima pubblicazione, perchè quanto mai att...
Leggi
Il Buddhismo Loro e il Buddhismo Tuo
Il Buddhismo Loro e il Buddhismo Tuo
Oramai si è verificata una scissione insanabile fra il buddhismo orientale e quello occidentale, fra il buddhismo in ...
Leggi
Riflessioni sulla Geomanzia 2
Riflessioni sulla Geomanzia 2
Kan ya makan, fi qadim az-zaman… c’era una volta in un tempo lontano, iniziano così le fiabe arabe. Oggi voglio condu...
Leggi
Il mio incontro col male. Prefazione
Il mio incontro col male. Prefazione
Pubblico libri che spero possano essere d’aiuto al sincero ricercatore spirituale, e cerco sempre di rispettare quest...
Leggi
PECORE NERE. L’angolo dei libri di Juliane Biasi Hendel
PECORE NERE. L’angolo dei libri di Juliane Biasi Hendel
Ci chattiamo, io e il mio amico Fontana, per pranzare insieme. Lui arriva, sotto braccio alcuni dei suoi libri, tra c...
Leggi