La Lena è le rose d'oro di Paola Gabrielli, leggenda e lavoro su di sè

La Lena e le rose d'oro, leggenda e lavoro su di sè

Paola Gabrielli

Il termine "leggenda"deriva dal latino "legenda"che significa "cose da leggere", ed indicava in origine la storia esemplare della vita di un santo.

Non è questo il caso della Lena, che nulla ha di edificante, se non nel suo opposto.

La Lena e le rose d'oro è una leggenda che ci riporta alle origini della città di Rovereto. Una strana creatura dai capelli verdi si aggira nelle case portando aiuto alle partorienti; ma c'è un prezzo da pagare in termini di vite umane. Sarà l'arrivo di un bel cacciatore a mettere nel sacco la Lena e a ridare la libertà alle creature imprigionate dalla strega.

La Lena è le rose d'oro

La leggenda vuole mettere in luce i vizi che attanagliano l'umanità e farne un punto di partenza per lavorare su di sé. Ecco che il lettore è chiamato a scovare i vizi tra le parole, per poi giocarci con il colore, le forme e la scrittura creativa trasformandoli in virtù. Cosa c'è di più bello, se non la possibilità di cambiare ed essere la migliore versione di noi stessi?

Ad ogni vizio è legato il suo complementare. Solo così è possibile raggiungere la virtù.

Un libro che va letto in famiglia, assaporandolo e assimilandolo un poco alla volta. Tutto ciò che conta, ha il passo lento del tempo. Nel seme, attendiamo il fiore e pregustiamo il frutto che maturerà. Così nelle parole, osserviamo il bello e piacevole che ci è  dato nella lettura e maturiamo il cambiamento che avverrà, solo se noi lo vogliamo.

La Lena è le rose d'oro, leggenda e lavoro su di sè

Quindi, cosa aspettate? Mettetevi in gioco con La Lena e le rose d'oro e fatene un vostro libro d'artista. Chissà che, trasformando l'informe in forma, non ne esca una storia a colori: la vostra storia.


Post correlati

Pensiero e desiderio. Parte 1
Pensiero e desiderio. Parte 1
1. Introduzione Il pensiero è una forza generativa che permea ogni aspetto della nostra esistenza, sia a livello indi...
Leggi
Sussidiario dei Devanimali. L’angolo dei libri di Juliane Biasi Hendel
Sussidiario dei Devanimali. L’angolo dei libri di Juliane Biasi Hendel
Sdraiata sul prato in compagnia del mio bambino interiore, stanco e imbronciato, mi lascio cullare dal profumo verde ...
Leggi
L’uomo e la donna di Victor Hugo
L’uomo e la donna di Victor Hugo
Una splendida poesia di Victor Hugo che esalta e chiarisce il rapporto tra uomo e donna. Non ce ne vogliano i portaba...
Leggi
Arte Oggettiva. Alcune note sulla musica di Gurdjieff
Arte Oggettiva. Alcune note sulla musica di Gurdjieff
Dio sia indulgente per questi miei goffi e ingenui tentativi. È stato detto che conoscere le vere regole che governan...
Leggi
Lavoro su di Sé: Esplorando l'Approccio di Gurdjieff e le Sue Implicazioni Spirituali
Lavoro su di Sé: Esplorando l'Approccio di Gurdjieff e le Sue Implicazioni Spirituali
Oggi parliamo di “lavoro su di sé”, un concetto profondo e trasformativo, che è stato ampiamente esplorato in varie t...
Leggi
Sguardi interiori: l'importanza della meditazione nel comprendere e coltivare la nostra connessione con il divino
Sguardi interiori: l'importanza della meditazione nel comprendere e coltivare la nostra connessione con il divino
In un mondo frenetico e sempre più connesso e sempre più esteriore, spesso ci dimentichiamo di dare uno sguardo verso...
Leggi
Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.