Perchè pubblico libri? - Fontana Editore

Perchè pubblico libri?

Perchè pubblico libri? Ecco una domanda che dovrei farmi tutti i giorni, la mattina, appena alzato e ancora con davanti lo stupore del dono di un’altra giornata da vivere.

E in realtà lo faccio quasi sempre, ma non sempre!

Per me, “ Perché pubblico libri? ” equivale, ora, a chiedermi “Io chi sono?”.

Non è presunzione, è necessità. Necessità di ripagare un debito e di riparare allo spreco di un dono ricevuto.

È più agevole cullarsi nel sogno? Non è vero, ora lo so, con ancora in bocca il sapore del po di Vita che sono riuscito a mordere, a volte.

Perché pubblico libri?

Perché il debito contratto non è mai più grande di quello che tu sei in grado di ripagare.

Perché spero di essere contagioso e la realtà e la spiritualità sono le migliore “malattie”, per un essere umano.

Perché sono stanco di essere solo una persona, ovvero tante persone tutte assieme.

Perché i libri trovati e l’insegnamento ricevuto sono stati la mia salvezza, mi hanno permesso di non morire, quando sarebbe potuto succedere facilmente.

Perché ho bisogno di dare fiducia, incondizionata.

Perché ci sono persone che hanno bisogno della mia fiducia per poter portare la loro opera nel mondo e a qualcuno che, la fuori, la sta aspettando.

Perché accetto questa responsabilità, ma non so chi me l’ha consegnata.

Perché questo mi rende, spesso, estremamente felice.

 


Post correlati

Mandala, la sacra via
Mandala, la sacra via
Mandala, la sacra via, cos'hanno in comune con la fondazione di una città nel mondo antico? La fondazione ha sempre r...
Leggi
Illuminazione e BDSM: una provocazione?
Illuminazione e BDSM: una provocazione?
Proponiamo questo articolo politicamente scorretto certi di stimolare salutari domande nel lettore (N.d.E.). Alzi la ...
Leggi
Cosa sono le influenze A, B e C?
Cosa sono le influenze A, B e C?
Secondo il mio caro Maestro di Quarta Via Georges Ivanovič Gurdjieff, l’uomo è sottoposto a tre tipi di influenze che...
Leggi
Riflessioni sulla Geomanzia 5: Caput e Cauda Draconis
Riflessioni sulla Geomanzia 5: Caput e Cauda Draconis
Proponiamo un'ulteriore riflessione sulla geomanzia. Secondo un antichissimo mito cosmogonico indiano (ma se ne trova...
Leggi
Philippus Georges Aureolus Ivanovič Theophrastus Gurdjieff Bombastus von Hohenheim
Philippus Georges Aureolus Ivanovič Theophrastus Gurdjieff Bombastus von Hohenheim
Lo svizzero Paracelso (Einsiedeln, 14 novembre 1493 – Salisburgo, 24 settembre 1541) e il greco-armeno Gurdjieff (Gyu...
Leggi
Riflessioni sulla Geomanzia 4. Populus
Riflessioni sulla Geomanzia 4. Populus
Populus. In geomanzia è la figura col maggior numero di punti in assoluto - e che quindi, idealmente, contiene tutte ...
Leggi
Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.